Domande Frequenti

Cani

Si perché in questo modo si da al cane un’educazione di base fondamentale per avere un cane sotto controllo, capace di vivere in maniere tranquilla e serena nel contesto quotidiano della città e in famiglia.
Si avrà un cane educato, che non tira al guinzaglio, non sporca in casa, viene quando lo chiamiamo, rimane fermo se il padrone si allontana, ma soprattutto in un contesto all’aria aperta e libero avverrà un miglioramento di socializzazione intraspecifica e inter specifica.

Se si parla di un cucciolo si potrebbe abituarlo maggiormente all’ attenzione del padrone con stimoli quali giochi o bocconcini e focalizzare l’attenzione del cane sul padrone. se invece si parla di un cane adulto o di un cane che tira eccessivamente ci si deve rivolgere ad un istruttore riconosciuto ENCI che valuterà bene la situazione è imposterà un programma di educazione di base per le vostre esigenze.

Se il cane scappa la cosa fondamentale è non corrergli dietro, ma richiamare il cane attraendolo magari con una mimica allegra, correndo dalla parte opposta del cane facendolo desiderare di rincorrerci. Si potrebbe attirare la sua attenzione anche mostrandogli un gioco (tutto ciò sempre in movimento). La cosa importante è che quando il cane torna non lo si deve rimproverare, ma lo si deve premiare facendolo giocare o dandogli dei bocconcini e ripetere il gioco per più volte, mai portarlo a casa dalla prima volta che ritorna verso il padrone.

Anche i nostri animali, come l’uomo, soffrono di patologie cardiache di diversa natura: è importante per questo eseguire controlli cardiologici del nostro cane per la diagnosi preventiva di patologie a componente ereditaria.

L’occhio dei nostri animali è soggetto a diverse patologie, tra cui quelle di natura infiammatoria, degenerativa o neoplastica: per questo motivo è importante che il proprietario presti attenzione a eventuali anomalie sia della funzione visiva che della normale anatomia dell’occhio. È fondamentale sottoporre il proprio cane a un esame oculistico completo.

Durante tutto l’anno, non soltanto nei mesi estivi: la prevenzione contro le malattie parassitarie e  secondariamente molte malattie infettive deve essere correttamente impostata.
La profilassi contro il flebotomo, insetto vettore della leishmania, prevede somministrazione del prodotto da marzo a novembre. La profilassi contro le pulci va invece fatta tutto l’anno. Mentre contro la filaria, parassita trasmesso da zanzare, il periodo indicato è da marzo a novembre.

L’esame delle feci va effettuato almeno due volte l’anno per verificare la presenza di parassiti intestinali.

Chiara ci scrive segnalandoci che al suo cucciolo di 10 mesi è stata diagnosticata più volte la Giardia (ha utilizzato test rapidi), è sempre alla ricerca di cibo e spesso mangia anche gli escrementi degli altri cani. Per essere certi che il cane abbia ancora la malattia, sarebbe bene verificare l’effettiva presenza con un’analisi al microscopio. Se il cane ingerisce le proprie feci, una soluzione facile può essere quella di mettere nel suo cibo, per una settimana circa, 2 cucchiaini al giorno di Dialbrodo in polvere: questo rende le feci di sapore sgradevole.

Francesco da Siena scrive chiede consigli per far crescere al meglio il suo amato cucciolo: già è molto attento alla sua alimentazione, gli fa fare lunghe passeggiate ed esercizi base per insegnargli l’educazione. L’integratore migliori in questa fase è il Supplendo Flex, è bene aggiungere anche altre integrazioni naturali, come rosso d’uovo (due a settimana) e olio di mais (un cucchiaio al giorno). Per poter svolgere una scheda personalizzata, per la dieta e l’attività sportiva, sarebbe opportuno effettuare una visita medico sportiva e pediatrica del cucciolo.

Adottare un cucciolo in un canile può creare dei piccoli disagi in quanto non si conosce la sua storia passata. Manca sicuramente una basa di educazione, visto il fatto che non va al guinzaglio. Dovrebbe fare un corso. Per quanto riguarda le scale la cosa da fare sarebbe quella di mettere il bocconcino in ogni gradino così che sale le scale senza traumi.
Il fatto dello scappare si può risolvere mettendo una rete leggera alle sbarre, poi sicuramente un corso di obbedienza di base aiuterà anche per questo problema!

La perdita di pelo può essere fisiologica (muta) o sintomo di problemi dermatologici.
È chiaro che senza avere altri dati (prurito, zone senza pelo, arrossamenti) e senza visitare il cane é difficile decidere l’importanza del dato da lei riportato.
Le consigliamo di contattare un veterinario per approfondire.

Conigli

Il mangime per conigli può essere tranquillamente utilizzato nell’alimentazione del tuo coniglio.
Ovvio é che, nell’alimentazione del coniglio, il mangime deve essere sempre e solo un’integrazione, in quanto la sua alimentazione deve contenere una ricca quantità di fibre lunghe (fieno di buona qualità sempre a disposizione) e una scarsa quantità di carboidrati e grassi. Il fieno deve essere poi integrato con verdura fresche, quali carota, finocchio, lattuga, radicchio, sedano ecc.

Criceti

Il criceto dovrebbe effettuare una visita con coltura del pelo per escludere una micosi o la presenza di parassiti.

Gatti

Il gatto è vaccinato? Dato che i gatti sono soggetti a patologie respiratorie anche pericolose, il consiglio è di effettuare una visita veterinaria.